Covid-19: Procedure urgenti per Sp2-Sp4. A chiederle il sindaco di Corleone

Cronaca

“C’è la assoluta urgenza di riaprire al transito e mettere in sicurezza le strade provinciali Sp4 e Sp2 che collegano l’area del Corleonese con Partinico”. A chiedere “procedure straordinarie” è il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi in una nota inviata al presidente della Regione Nello Musumeci.

L’emergenza Coronavirus ha spinto la dirigenza dell’Asp di Palermo a trasformare l’ospedale civico di Partinico in un struttura interamente dedicata ai pazienti affetti da Covid-19. Alcuni dei reparti del nosocomio partinicese sono stati trasferiti all’ospedale “Dei Bianchi” di Corleone. “Tutto ciò – scrive il sindaco – comporterà lo spostamento anche di personale sanitario da un ospedale all’altro, oltreché di pazienti e familiari, per le cure connesse alle specifiche attività medico – specialistiche”.

Partner
Pizza in Piazza

Un provvedimento che interesserà la popolazione residente nell’area del Partinicese, dello Jato e del Corleonese. “Amministratori e popolazione – si legge nella missiva – chiedono almeno che la interconnessione sempre più stretta tra le due strutture ospedaliere sia accompagnata da una reale connessione viaria senza la quale i provvedimenti assunti renderanno pregiudizievole la tutela del diritto alla salute garantita dalla nostra Costituzione”.

sp 2

Di qui la richiesta “di attivarsi con urgenza perché i lavori sulle strade provinciali Sp4 e Sp2, già progettati e quasi interamente finanziati, possano essere realizzati con procedure straordinarie, rientrando nella fattispecie previste per gli interventi di Protezione Civile”.

Oltre 2 milioni per la Sp2

Per la Sp2 San Cipirello-Partinico c’è già un progetto approvato da 1,6 milioni di euro ed un altro da 500 mila euro. L’intervento prevede la sostituzione dell’asfalto in circa metà dell’arteria provinciale. In particolare tra il rettilineo di “Fellamonica” e San Cipirello. Un tratto di circa 7 chilometri dove la viabilità è resa precaria da una pavimentazione irregolare, causa di incidenti anche gravi.

A novembre una delibera della giunta regionale ha dato copertura finanziaria ai lavori. Interventi sono previsti da parte della Città Metropolitana anche per la Sp 4 San Cipirello-Corleone, ufficialmente chiusa al transito per frana. Nei mesi scorsi sono stati presentati un progetto esecutivo d 4 milioni di euro ed un ulteriore intervento da 5,35 milioni di euro. (LEAS)

Giornale di Sicilia del 19 marzo 2020

Tagged